Liposuzione post parto? Tornare in forma dopo la gravidanza

La gravidanza è uno dei momenti più straordinari nella vita di una donna, un periodo in cui il corpo subisce profonde trasformazioni per accogliere una nuova vita. Per quanto meraviglioso, questo magico periodo può lasciare segni evidenti, trasformando l’aspetto estetico del corpo femminile in modi talvolta inaspettati.

Mentre alcune donne vedono questi cambiamenti come cicatrici d’amore, per altre possono diventare fonte di disagio psicologico e insicurezza.

Nonostante l’attività fisica e una dieta equilibrata possano aiutare, ci sono casi in cui gli accumuli adiposi, specialmente in zone come glutei, addome e cosce, persistono ostinatamente.

In questi casi la liposuzione post parto è la soluzione più efficace per rimuovere quei fastidiosi accumuli di grasso localizzato su addome, fianchi e glutei.

La liposuzione, spesso combinata con altre procedure di body-contouring come l’addominoplastica o il lifting delle braccia, offre una soluzione efficace per quelle donne che desiderano ritrovare l’equilibrio estetico dopo la maternità.

E negli ultimi anni si parla sempre più di Mommy Makeover un termine sempre più popolare nel mondo della chirurgia estetica, che si riferisce a una serie di procedure mirate a restituire al corpo femminile la sua forma pre-gravidanza.

In questo articolo, assieme al dott. Pietro Campione, approfondiamo tutti gli aspetti della liposuzione dopo una gravidanza al fine di fornire tutte le informazioni necessarie alle neomamme che vogliono sottoporsi a questo intervento.

Come cambia il corpo di una donna durante la gravidanza e dopo il parto

Durante la gravidanza, è normale che una donna aumenti di peso, con un incremento che può variare da una decina di chili a, in casi estremi, oltre 20 chili.

Questo aumento di peso non è solo dovuto al peso del feto, ma anche ai liquidi, alla placenta e alle riserve di grasso che il corpo accumula in previsione dell’allattamento. Questo processo può portare a cambiamenti tissutali e cellulari che, in alcuni casi, possono diventare permanenti.

Il cambiamento del ventre in gravidanza

Il ventre, in particolare, è la regione che subisce le trasformazioni più evidenti.

Durante i nove mesi di gravidanza, la pelle addominale si allunga e si adatta per ospitare il crescente utero. Questo allungamento può portare a smagliature, perdita di tonicità e, in alcuni casi, accumuli di grasso. Anche se l’utero impiega circa sei settimane per tornare alle sue dimensioni originali dopo il parto, la pelle addominale potrebbe non ritrovare la sua tonicità originale, soprattutto se è stata sottoposta a un’estensione significativa.

Iperplasia delle cellule adipose e aumento dell’adipe

Durante la gravidanza, e in particolare quando si verifica un notevole aumento di peso, le cellule adipose tendono ad aumentare di dimensioni.

Questo accade perché le cellule adipose esistenti raggiungono la loro capacità massima di espansione, equivalente a 1 microgrammo. Questo fenomeno porta a un incremento duraturo del tessuto adiposo nel corpo, esercitando una pressione sullo strato cutaneo. Questa tensione sulla pelle può causare la comparsa di smagliature, rilassamento cutaneo e una diminuzione dell’elasticità della pelle.

Gli effetti degli ormoni sul corpo

La gravidanza porta con sé cambiamenti ormonali che possono influenzare la distribuzione del tessuto adiposo nel corpo.

Questi cambiamenti possono persistere anche dopo la nascita del bambino e la fase di allattamento, portando a depositi di grasso in aree specifiche come glutei, addome, fianchi e cosce. Accumuli che, come abbiamo accennato, possono essere resistenti a dieta e esercizio fisico.

Per le donne che desiderano affrontare questi cambiamenti post-parto, la chirurgia plastica offre soluzioni efficaci. La liposuzione, in particolare, si è rivelata una metodica efficace per trattare gli accumuli adiposi post-parto, specialmente nelle aree problematiche come l’addome, i fianchi e le cosce.

Cos’è la liposuzione post parto?

La liposuzione post parto è una procedura chirurgica che mira a rimuovere gli accumuli di grasso che possono formarsi in specifiche aree del corpo dopo la gravidanza.

Questi accumuli, spesso localizzati su glutei, addome e cosce, possono essere particolarmente resistenti, non scomparendo neanche con il più rigoroso degli allenamenti o la dieta più equilibrata.

Quanto tempo aspettare per fare la liposuzione dopo il parto?

Mentre la tentazione di tornare immediatamente alla forma pre-gravidanza può essere forte, è essenziale aspettare il momento giusto. La maggior parte dei chirurghi consiglia di aspettare da 3 a 9 mesi dopo il parto. Questo periodo permette al corpo di recuperare e stabilizzarsi, garantendo risultati ottimali e sicuri.

Perdere peso prima di fare la liposuzione

Dopo la nascita del bambino, tra una routine sedentaria, lo stress, la carenza di sonno profondo dovuto all’allattamento e alle necessità del bambino, mantenere o ridurre il peso diventa una sfida, spesso portando a un ulteriore accumulo di grasso.

Prima di sottoporsi a un intervento di chirurgia però è consigliabile impegnarsi a perdere peso e raggiungere un risultato stabile.

Altri trattamenti post parto

Oltre alla liposuzione, esistono altri trattamenti post parto che possono aiutare le donne a ritrovare la loro forma fisica:

  • Mommy Makeover: Una combinazione di interventi e trattamenti estetici mirati a correggere gli inestetismi causati dalla gravidanza.
  • Addominoplastica: Un intervento chirurgico che rimuove l’eccesso di pelle e grasso dall’addome, rassodando i muscoli della parete addominale.
  • Trattamenti non chirurgici: Soluzioni per accumulo di adipe su pancia, glutei, cosce e fianchi, come la criolipolisi o la radiofrequenza.

Se desideri sottoporti a un intervento di liposuzione dopo la gravidanza contatta il dott. Pietro Campione

Approfondimenti

Dott. Pietro Campione

Il dott. pietro campione è un medico chirurgo iscritto all’ordine dei medici, chirurghi e odontoiatri di prato con il numero di iscrizione 1.168, è socio ordinario della s.i.c.p.r.e. (società italiana chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica) e socio ordinario dell’ aicpe (associazione italiana di chirurgia plastica estetica).

Laureatosi in medicina e chirurgia si è successivamente specializzato in chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica presso l’Università degli studi di Firenze col massimo dei voti e lode. E’ stato ammesso come residente interno presso la Clinica Planas di Barcellona (Spagna), dove ha potuto affiancare i migliori chirurghi plastici internazionali durante un anno di fellowship interamente dedicata alla chirurgia estetica del viso e del corpo.

Ti Potrebbe
Interessare

miglior chirurgo mastoplastica riduttiva

NEWS 22/02/2024

Miglior chirurgo mastoplastica riduttiva in Italia: chi è e come contattarlo

Se ti ritrovi spesso a riflettere sul tuo…

Leggi tutto
diminuire il volume del seno

NEWS 10/02/2024

Come diminuire il seno: Guida Completa aggiornata 2024

La decisione di ridurre le dimensioni del seno…

Leggi tutto
ptosi palpebrale

NEWS 03/02/2024

Ptosi palpebrale: guida completa su cause, sintomi e trattamenti

La ptosi palpebrale, comunemente conosciuta come abbassamento delle…

Leggi tutto

Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o una visita specialistica. Per avere infomazioni precise su un intervento chirurgico o su un trattamento di medicina estetica è necessario fissare una visita con il Dottor Pietro Campione per avere maggiori informazioni. Leggi il discalimer