Mastoplastica Riduttiva

Cos’è la mastoplastica riduttiva

La mastoplastica riduttiva è un intervento di chirurgia estetica utilizzato per diminuire e rimodellare il volume del seno quando quest’ultimo è eccessivamente grande.

Un eccesso di volume della regione mammaria può portare notevoli disagi e dolori nella zona cervicale, alle spalle, alla schiena, inoltre un seno troppo grande e sproporzionato rispetto alla corporatura può provocare anche un certo disagio psicologico.

Grazie all’intervento è possibile asportare parte del tessuto ghiandolare, pelle e grasso in eccesso donando un aspetto tonico e armonioso al décolleté della paziente.

Prenota una visita
Mastoplastica Riduttiva

Chi è il paziente ideale

La mastoplastica riduttiva è l’intervento ideale per tutte le donne che hanno un seno troppo grande e voluminoso e che desiderano ridurlo.

È un intervento che viene richiesto spesso da donne mature (con il tempo, il volume del seno tende ad aumentare) ma può essere svolto a partire da qualsiasi età, purché il seno abbia completato il suo sviluppo.

Grazie alla mastoplastica riduttiva è possibile eliminare tutti quei disagi provocati da un volume del seno eccessivo, come: dolori alla zona cervicale, alle spalle, alla schiena, alla zona lombare e abrasioni provocate dal reggiseno per colpa dell’eccessivo peso.

Durata del trattamento

Circa 2-3 ore

Post trattamento

La paziente dovrà rimanere a riposo per le 48 ore successive e potrà tornare alle proprie attività quotidiane 5 – 7 giorni dopo l’intervento evitando attività faticose.

Si potrà tornare alle normali attività dopo 2-3 settimane dall’intervento.

Risultati di una mastoplastica riduttiva

La mastoplastica riduttiva ha dei risultati prevedibili e soddisfacenti, e permette a seni molto grandi, allungati, asimmetrici tra loro, e con areole molto grandi e slargate, di essere risollevati, rimodellati fino ad ottenere una forma rotondeggiante e nuovamente giovanile.

Attraverso questa operazione potrai tornare a muoverti senza dolori e difficoltà, ritrovare il piacere di una figura più equilibrata, riscoprire nuovamente nel seno il punto di forza della tua femminilità.

Perché affidarsi
al dott. Campione

chirurgo pietro campione
  • Il Dott. Campione esegue interventi di Mastoplastica riduttiva a Firenze presso il Centro Chirurgico Fiorentino Via del Ferrone 5  a Firenze.
  • La clinica è completamente attrezzata per il Day Surgery
    un’equipe affiatata da quasi 10 anni, sterilizzazione interna, un anestesista rianimatore in equipe sempre disponibile per il paziente.
  • Strumentario chirurgico personale e di livello superlativo permettono di eseguire interventi con il massimo comfort per i pazienti e con tempi di recupero molto rapidi
  • Assistenza h24, perché il trattamento non si conclude con l’uscita dalla Clinica

Pre operatorio

Prima di effettuare l’intervento di mastoplastica riduttiva è necessario effettuare una visita specialistica molto accurata che consente al chirurgo di effettuare gli esami necessari per verificare lo stato di salute della paziente e di ottenere una previsione sull’esito dell’intervento che – come è facile intuire – deve essere molto personalizzato.

Nel corso della prima visita è compito del chirurgo prendere in esame le dimensioni e la forma del seno, del capezzolo e dell’areola, per poi spiegare alla paziente quali sono le soluzioni che la tecnica chirurgica più moderna consente di utilizzare.

Il chirurgo si occuperà di valutare l’eventuale presenza di situazioni in grado di condizionare l’esito complessivo dell’intervento: per esempio, problemi di cicatrizzazione o di coagulazione, ma anche pressione alta.

Il chirurgo provvede a fornire tutte le indicazioni da seguire prima e dopo l’operazione per ciò che concerne: dieta, il fumo, l’assunzione di medicinali e il consumo di bevande alcoliche.

Come avviene l’intervento di Mastoplastica Riduttiva

L’intervento di mastoplastica riduttiva viene effettuato in anestesia generale e ha una durata media di 2-3 ore durante le quali il chirurgo va a asportare parte del tessuto ghiandolare, del grasso e della pelle in eccesso.

Si esegue per correggere 3 tipologie di ipertrofia mammaria:

  • Ipertrofia mammaria pura: quando il volume troppo grande del seno è dovuto a un eccessivo sviluppo della ghiandola mammaria, più tipica delle donne giovani;
  • Ipertrofia mammaria adiposa: quando il parenchima mammario è costituito soprattutto da grasso, e da poca ghiandola, condizione più tipica della paziente adulta o post menopausa;
  • Ipertrofia mammaria mista: quando la componente mammaria ipertrofica è costituita sia da grasso che da ghiandola, questa condizione è la più frequente tra le ipertrofie mammarie.

Per ridurre il volume del seno possono essere impiegate molte tecniche chirurgiche, tutte basate su peduncoli di tessuto che verranno ruotati, sollevati o piegati su se stessi per far in modo di sollevare l’areola ed il capezzolo in una nuova posizione più adatta alla corporatura della paziente.

E’ per questo che si parla di mastoplastica riduttiva a peduncolo superiore, inferiore, mediale, laterale nelle tecniche più moderne, esistono però molte altre tecniche altrettanto efficaci, fino alla tecnica di Thoreck in cui è necessario il reinnesto del complesso CAC (complesso areola capezzolo) .

L’intervento di mastoplastica riduttiva consente di ridurre il volume mammario e se necessario asportare il tessuto adiposo praticando contemporaneamente una trazione cutanea che consente di donare tonicità al seno fino ad ottenere la tanto desiderata misura per la paziente, che vedrà da subito nel post operatorio la fine dei dolori al collo, alle spalle ed alla schiena.

Finito l’intervento la paziente avrà un seno più piccolo, armonico e proporzionato alla propria corporatura.

Risultato
Mastoplastica Riduttiva

Costo di una mastoplastica riduttiva

Sono numerose le variabili che incidono sul costo per un intervento di mastoplastica riduttiva: occorre tenere conto, in particolare, della difficoltà dell’intervento e della sua durata presumibile, ma anche della tipologia di anestesia che viene effettuata e delle modalità di ricovero (in clinica o in day hospital).

Il costo medio di un mastoplastica riduttiva oscilla tra le 7.500 e i 10.000 euro, questo prezzo è all-inclusive e comprende:

  • Visita anestesiologica;
  • Intervento in Clinica Day-Surgery;
  • Controlli post intervento;
  • Possibilità di finanziare l’intero importo e pagare a rate;
  • Reggiseno e fascia contenitiva da portare post intervento per circa un mese;
  • Sono esclusi dal costo medio la prima visita chirurgica e gli esami clinici ematici e diagnostici necessari per la valutazione delle condizioni della paziente per la corretta preparazione all’intervento di mastoplastica riduttiva.

Approfondimenti sull’intervento: le cicatrici della Mastoplastica riduttiva

Una delle preoccupazioni più frequenti per le donne che si devono sottoporre a un intervento di mastoplastica riduttiva riguarda le cicatrici.

L’intervento lascia delle cicatrici dette a forma di “T rovesciata” o a forma di “ancora” perché saranno posizionate circolarmente intorno all’areola mammaria, orizzontalmente lungo il solco sottomammario e verticalmente dal punto centrale del solco verso l’areola

Generalmente sono cicatrici che migliorano molto nel tempo fino a risultare scarsamente visibili, ma in alcuni casi, soprattutto nelle pazienti diabetiche o nelle fumatrici o in pazienti con cicatrizzazione non ottimale, si possono osservare anche cicatrici ipertrofiche.

Purtroppo non esistono analisi per capire se un paziente potrà nel tempo sviluppare un cheloide o una cicatrice ipertrofica, ma esistono fortunatamente tante soluzioni, tra cui il laser frazionato e il laser q-switch o il laser a picosecondi per migliorare lo spessore, il colore e la durezza di eventuali cicatrici più esuberanti.

Mastoplastica Riduttiva: gravidanza e allattamento

Non esistono problemi né per la gravidanza né per l’allattamento dopo una mastoplastica riduttiva, a meno che non siano state utilizzate tecniche di reinnesto del complesso areola capezzolo, in tal caso non sarà possibile allattare in futuro.

Fondamentale in questo è l’esperienza chirurgica che può permettere alla paziente di utilizzare tecniche moderne che permettano di salvaguardare parte della ghiandola e con questa la possibilità in futuro di allattare.

F.a.q.

La mastoplastica riduttiva è un intervento consigliabile per tutte le donne che hanno un volume del seno eccessivamente grande che sta provocando fastidi e dolori alla zona cervicale, lombare, spalle, schiena e collo.
L’intervento è ugualmente idoneo anche per tutte le donne a cui un volume del seno troppo grande crea disagio psicologico e problemi relazionali e affettivi.

L’intervento di mastoplastica riduttiva ha una durata che va dalle 2 alle 3 ore e generalmente non è necessario il ricovero. La durata dell’intervento varia a seconda delle dimensioni della zona mammaria e del risultato estetico desiderato dalla paziente.

Le incisioni risulteranno nascoste attorno all’areola, nella piega del solco e verticalmente tra la parte inferiore dell’areola ed il centro del solco mammario.

In previsione di un intervento di mastoplastica riduttiva occorrono un elettrocardiogramma, l’ecografia mammaria o la mammografia (indicata per donne con più di 40 anni), ed una serie di esami del sangue.

L’intervento di mastoplastica riduttiva viene effettuato in anestesia generale, quindi la paziente all’entrata in sala operatoria verrà prima addormentata e poi inizieranno le operazioni necessarie per effettuare l’anestesia generale. Il risveglio della paziente avverrà a medicazione effettuata o direttamente in camera in clinica.

Generalmente il decorso post operatorio è molto rapido e non presenta dolore. Al massimo potrà esserci un leggero indolenzimento nella regione delle cicatrici. Generalmente non utilizziamo drenaggi post intervento a meno che sussistano delle condizioni particolari della paziente che ne suggeriscano già nel preoperatorio l’inserimento durante l’operazione.
Un reggiseno senza ferretti né elastici sarà indicato per il primo mese in modo da non comprimere sulla cicatrice e la paziente potrà dormire tranquillamente sia supina che di lato.
Saranno raccomandati 2 giorni di riposo a casa dove la paziente dovrà muoversi tranquillamente, senza però svolgere attività faticose. Sarà indicato di non bagnare le ferite ma di lavarsi a zone. Dopo 4 giorni la paziente potrà riprendere a guidare e dopo una settimana dall’intervento sarà possibile bagnare anche le ferite, con docce rapide e tiepide.
Saune, bagni turchi e terme, così come la piscina saranno indicate a partire dal secondo o terzo mese post operatorio.
La gestione delle cicatrici con creme siliconiche o l’utilizzo di protezioni solari verranno raccomandate singolarmente in funzione del tipo di cicatrizzazione e del tipo di pelle.

Generalmente i rischi di una mastoplastica riduttiva sono legati a sofferenze cutanee e a perdita di sensibilità dell’areola e del capezzolo.

E’ importante affidarsi a chirurghi plastici specialisti per evitare che una scelta troppo forzata di una tecnica possa comportare rischi ischemici a livello cutaneo.

Una tecnica non vale sempre per tutte le mastoplastiche riduttive. Ecco perché la prima visita chirurgica di uno specialista in chirurgia plastica può aiutare a non compiere scelte sbagliate.

Il fumo ed il diabete contribuiscono a peggiorare la cicatrizzazione di una mastoplastica riduttiva.

Il costo medio di un mastoplastica riduttiva oscilla tra i 7.500 e i 10.000 euro.

Tratta
menti

Prenota una visita adesso

Contattaci Ora!