Rimozione tatuaggi: Quando Cancellare l’Inchiostro dalla Pella Diventa una Missione Impossibile

Intriso di significati personali, ricordi o semplici preferenze estetiche, il tatuaggio è un simbolo potente, un inchiostro impresso sulla pelle che narra una storia personale.

Tuttavia, non tutte le storie rimangono immutabili nel tempo. Alcune persone, infatti, possono arrivare a riconsiderare quella espressione artistica presente sul loro corpo, desiderando cancellare un capitolo della propria vita o semplicemente evolvere verso una forma d’arte differente.

Infatti, la ripetizione quotidiana dello stesso simbolo può generare stanchezza o il mutamento dei gusti nel tempo può portare a un disamore verso quella immagine un tempo tanto desiderata.

Rimuovere un tatuaggio, però, può trasformarsi in una sfida complessa, talvolta una “missione impossibile“, soprattutto in determinate circostanze. Non sempre, infatti, la tecnologia laser, comunemente associata a una sorta di bacchetta magica in grado di annullare ogni traccia, riesce a garantire risultati ottimali.

In questo articolo approfondiamo i casi in cui rimuovere un tatuaggio diventa una vera e propria sfida e i casi in cui non è possibile rimuovere un tatuaggio.

Cosa significa rimuovere un tatuaggio

La rimozione del tatuaggio consiste nell’eliminare l’inchiostro immerso nella pelle attraverso tecnologie specifiche.

Il metodo più diffuso è l’utilizzo del laser, che frammenta i pigmenti dell’inchiostro in particelle più piccole, facilitando il loro assorbimento e l’eliminazione da parte del sistema immunitario. Ci sono diversi tipi di laser, come il Q-switched, che emette impulsi di luce ad alta energia per disgregare l’inchiostro, ed il laser a picosecondi che rappresenta la massima evoluzione in termini di eliminazione dei tatuaggi.

Vuoi approfondire: Il miglior laser per la rimozione dei tatuaggi

Quando la rimozione del tatuaggio diventa una “missione impossibile”

Come abbiamo accennato, ci sono situazioni in cui il percorso per la rimozione di un tatuaggio può trasformarsi in una “missione impossibile”.

Ecco alcuni fattori che possono rendere la rimozione del tatuaggio difficile

  • Colore del tatuaggio: I tatuaggi neri sono generalmente i più semplici da rimuovere, grazie alla capacità del laser di interagire efficacemente con pigmenti di colore scuro. Questo non sempre però è vero, perché spesso i tatuaggi neri rappresentano delle coperture di altri tatuaggi, le cosiddette cover-up. In questi casi la copertura di un tatuaggio porta il tatuatore a dover utilizzare molto colore e quindi a saturare la pelle di colore. Ciò renderà molto difficile la totale rimozione. Ecco perché si consiglia a chi non vuole più un tatuaggio di eliminarlo o schiarirlo piuttosto che coprirlo con una macchia di colore che non sarà mai perfetta. Al contrario, colori più chiari come il bianco, il giallo o i toni pastello possono rappresentare una sfida maggiore, riducendo l’efficacia del trattamento. Approfondisci: Rimozione tatuaggi colorati.
    Profondità, densità e tipo di pigmento: Un tatuaggio con un pigmento particolarmente profondo, denso e resistente può limitare la capacità del laser di raggiungere e frammentare il pigmento stesso. L’interazione laser-pigmento è un processo delicato che può essere influenzato anche dal tipo di inchiostro utilizzato.
    Fototipo del paziente: Le caratteristiche individuali della pelle possono giocare un ruolo significativo nel processo di rimozione. Per esempio, pelli più scure, mulatte o olivastre possono complicare l’azione del laser, aumentando il rischio di alterazione della pigmentazione.
    Dimensione e posizione del tatuaggio: I tatuaggi di dimensioni estese richiedono un maggior numero di sedute di trattamento e potrebbero necessitare di un tempo maggiore per essere rimossi completamente. Inoltre, la posizione del tatuaggio può influire sulla difficoltà della rimozione: ad esempio, i tatuaggi sulle dita o sulle mani possono essere più difficili da rimuovere a causa della minore presenza di tessuto adiposo sottocutaneo.
    Qualità del tatuaggio: Se il tatuaggio è stato realizzato con inchiostro di scarsa qualità o in modo non professionale, può risultare più complicato da rimuovere. Inoltre, un tatuaggio che è stato eseguito troppo in profondità nella pelle può renderne quasi impossibile la rimozione completa, aumentando il rischio di lasciare cicatrici.

Ci sono anche casi in cui la rimozione del tatuaggio è quasi impossibile. Ad esempio,se il tatuaggio è stato fatto troppo profondamente nella pelle, può essere quasi impossibile rimuoverlo completamente senza lasciare segni.

È importante sottolineare l’importanza di affidarsi a professionisti esperti nel settore dei laser ad uso medicale. Questi specialisti possiedono le competenze necessarie per proporre le tecniche più adeguate e sicure, in base al tipo specifico di tatuaggio che si desidera rimuovere.

Quando il trattamento laser è meno efficace nella rimozione del tatuaggio

Nonostante i progressi tecnologici, ci sono situazioni in cui il trattamento laser può rivelarsi meno efficace.

Prima di tutto, la rimozione dei tatuaggi professionali è spesso più semplice rispetto a quelli realizzati in maniera amatoriale. Questo perché i professionisti del settore usano pigmenti migliori e non hanno bisogno di iniettare molto in profondità il pigmento. Invece tatuaggi effettuati a livello amatoriale spesso vedono l’utilizzo di pigmenti più scadenti, meno sicuri, più tossici e iniettati troppo profondamente nella pelle, rendendo il processo di rimozione più complesso.

Anche i tatuaggi cosmetici, come quelli effettuati su sopracciglia, labbra, areole o per nascondere cicatrici, possono diventare ostacoli difficili da superare. Le tonalità di questi tatuaggi, che vanno dal rosa al marrone o all’arancione, necessitano di un approccio particolarmente cauto. Se contengono zinco o ossido di titanio, l’interazione con il laser potrebbe oscurare piuttosto che rimuoverli. Di conseguenza, in queste situazioni, si consiglia di eseguire una prova preliminare su un’area ristretta prima di procedere con il trattamento completo.

Potrebbe interessarti: Rimozione tatuaggio sopracciglia con il laser a picosecondi

Un’altra situazione che può influenzare l’efficacia del processo di rimozione è la predisposizione individuale a sviluppare cicatrici ipertrofiche o cheloidee. In presenza di questa tendenza, la rimozione del tatuaggio è generalmente sconsigliata. Lo stesso vale per le persone che presentano infezioni attive della pelle.

Vuoi approfondire: Rimozione tatuaggi senza cicatrici

Infine, è fondamentale tenere il medico al corrente delle terapie farmacologiche in corso. Alcuni farmaci, noti come fotosensibilizzanti, possono aumentare la sensibilità della pelle alla luce del laser, rendendo il trattamento meno sicuro o efficace.

Il Prezzo del Pentimento: Cosa Incide sul Costo della Rimozione di un Tatuaggio?

I costi possono variare notevolmente a seconda di una serie di fattori: dimensioni e colore del tatuaggio, tipo di inchiostro, ubicazione del tatuaggio e numero di sedute necessarie per una rimozione completa. In media, una singola seduta di rimozione del tatuaggio può oscillare tra i 150 e i 500 euro.

Vuoi approfondire: Quanto costa rimuovere un tatuaggio

È fondamentale rivolgersi a professionisti del settore per evitare complicazioni e costi non preventivati. Per una stima più precisa e personalizzata contatta il dott. Pietro Campione

Dott. Pietro Campione

Il dott. pietro campione è un medico chirurgo iscritto all’ordine dei medici, chirurghi e odontoiatri di prato con il numero di iscrizione 1.168, è socio ordinario della s.i.c.p.r.e. (società italiana chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica) e socio ordinario dell’ aicpe (associazione italiana di chirurgia plastica estetica).

Laureatosi in medicina e chirurgia si è successivamente specializzato in chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica presso l’Università degli studi di Firenze col massimo dei voti e lode. E’ stato ammesso come residente interno presso la Clinica Planas di Barcellona (Spagna), dove ha potuto affiancare i migliori chirurghi plastici internazionali durante un anno di fellowship interamente dedicata alla chirurgia estetica del viso e del corpo.

Ti Potrebbe
Interessare

lipofilling per eliminare le occhiaie

NEWS 20/06/2024

Lipofilling occhiaie: il segreto per uno sguardo giovane e vivo

Avere uno sguardo giovane e riposato è un…

Leggi tutto
trattamenti dopo la rimozione dei tatuaggi

NEWS 07/06/2024

Trattamenti Post Rimozione Tatuaggi: consigli utili

Negli ultimi anni, la rimozione dei tatuaggi è…

Leggi tutto
come eliminare il doppio mento e la pappagorgia

NEWS 21/05/2024

Come eliminare il doppio mento o pappagorgia con la chirurgia

Il doppio mento, noto anche come pappagorgia, è…

Leggi tutto

Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o una visita specialistica. Per avere infomazioni precise su un intervento chirurgico o su un trattamento di medicina estetica è necessario fissare una visita con il Dottor Pietro Campione per avere maggiori informazioni. Leggi il discalimer