Depressioni Cutanee Post-Liposuzione: Cause, Soluzioni e Aspetti Psicologici

La liposuzione è un intervento chirurgico molto richiesto, ma spesso frainteso, che coinvolge anche importanti aspetti psicologici.

Molte persone considerano la liposuzione come un mezzo per raggiungere un corpo perfetto e migliorare la propria immagine corporea.

Tuttavia, nonostante le promesse di risultati straordinari, la realtà ci insegna che l’eccessivo focus sul ridurre al minimo il grasso sottocutaneo per evidenziare i muscoli sottostanti può portare a depressioni, irregolarità e aderenze cutanee non volute.

Queste depressioni cutanee post-liposuzione sono una delle possibili complicanze, anche nel caso di liposuzioni meno aggressive.

Dal punto di vista psicologico, molte persone si sottopongono alla liposuzione per migliorare la propria autostima e fiducia in sé stesse. Il disagio causato dall’accumulo di grasso in determinate aree del corpo può influire negativamente sull’immagine di sé, provocando insicurezze e disagio sociale.

La liposuzione viene spesso considerata come una soluzione per eliminare quelle zone di grasso indesiderate e raggiungere un aspetto fisico più in linea con gli ideali estetici personali o sociali.

In alcuni casi, l’eccessivo desiderio di sottoporsi a una liposuzione può essere legato a disturbi dell’immagine corporea, come la dismorfofobia, in cui la percezione distorta del proprio corpo porta a un’eccessiva preoccupazione e insoddisfazione per il proprio aspetto fisico.

Le persone affette da questo disturbo possono essere ossessionate dall’idea di avere un accumulo di grasso che non corrisponde alla realtà oggettiva, e la liposuzione può sembrare l’unica soluzione per alleviare il loro stato emotivo.

Inoltre, il desiderio di sottoporsi a una liposuzione può essere influenzato dalle pressioni sociali e culturali.

La società moderna spesso promuove standard di bellezza irrealistici e l’idea di un corpo perfetto. Questa pressione può spingere le persone a cercare interventi chirurgici come la liposuzione per conformarsi a tali ideali estetici, nella speranza di sentirsi accettate e apprezzate dagli altri.

È importante sottolineare che la liposuzione può essere una scelta personale e legittima per migliorare l’aspetto fisico e l’autostima, ma è fondamentale che venga affrontata con una comprensione adeguata dei rischi, delle aspettative realistiche e con il supporto di un chirurgo esperto e di un team multidisciplinare che tenga conto anche degli aspetti psicologici coinvolti.

Cos’è la liposuzione?

La liposuzione è una chirurgia pensata per eliminare l’adiposità localizzata in uno o più distretti corporei. Quando l’ottimizzazione riguarda diverse aree per ottenere un equilibrio d’insieme, si parla di body contouring. Tuttavia, è importante chiarire che la liposuzione non è un sostituto di dieta e/o palestra, ma un valido aiuto per quei distretti corporei dove non si riesce a raggiungere l’obiettivo prefissato nemmeno con corretta nutrizione e movimento.

Vuoi approfondire: Liposuzione

Perché si formano le depressioni cutanee dopo la liposuzione?

La liposuzione è un intervento chirurgico che può produrre ottimi risultati estetici, tuttavia, è importante seguirne certi protocolli per minimizzare i potenziali danni, noti anche come “effetti collaterali della liposuzione“. Tra questi, uno dei più comuni sono le depressioni cutanee o avvallamenti che possono comparire post-intervento.

Il loro formarsi può essere dovuto a una serie di fattori, ad esempio:

  • Rimozione eccessiva di tessuto adiposo: un dosaggio accurato della quantità di grasso da rimuovere è essenziale. Se si toglie troppo, possono insorgere complicazioni significative.
  • Insorgenza di pelle flaccida: una rimozione esagerata del grasso può causare un eccesso di pelle, che l’epidermide non è in grado di compensare adeguatamente.
  • Tentativo di evidenziare i muscoli sottostanti: gli avvallamenti possono derivare dal tentativo di eliminare un volume eccessivo di grasso con l’intento di mostrare i muscoli sottostanti per un aspetto più tonico. Questo non è semplice da ottenere senza un preesistente allenamento fisico per sviluppare i muscoli che si desidera mettere in risalto.
  • Liposuzione non uniforme: possono formarsi avvallamenti anche a seguito di liposuzioni meno invasive ma eseguite in modo non uniforme, causando la formazione di aree depresse sulla superficie della pelle.

Come risolvere le depressioni cutanee dopo la liposuzione?

Se dovessero presentarsi delle depressioni cutanee a seguito di un intervento di liposuzione, esistono diverse strategie per affrontare e correggere tali complicanze.

Prima di tutto, è sempre consigliabile scegliere un chirurgo esperto, specializzato nell’esecuzione di questi interventi. Un chirurgo deve non solo tendere a soddisfare le richieste del paziente, ma anche essere in grado di moderare le aspettative eccessive. Puoi trovare utili suggerimenti su come scegliere il chirurgo giusto in: “Come scegliere il chirurgo plastico? I fattori da considerare“.

Nel caso in cui dovessero formarsi degli avvallamenti post-liposuzione, ci sono principalmente due percorsi da considerare per mitigarne gli effetti:

  • Liposuzione circostante: si tratta di rimuovere il grasso intorno all’avvallamento per “livellare” l’area, a condizione che ciò sia possibile.
  • Lipofilling: questo intervento consiste nell’iniettare grasso nell’area depressa per riempire la depressione visibile. È importante eseguirlo quando il tessuto cicatriziale si sia ammorbidito, generalmente non prima di 8-12 mesi dopo l’intervento precedente.
  • Terapie complementari: possono essere utili per migliorare l’aspetto della pelle e promuovere una migliore guarigione. Tra queste:
    • Terapia laser: può migliorare la texture della pelle e ridurre l’aspetto delle cicatrici.
    • Terapia ad ultrasuoni: può aiutare a stimolare la produzione di collagene per una pelle più liscia e soda (potrebbe interessarti: liposcultrua ultrasonica).
  • Massaggi linfodrenanti: possono aiutare a ridurre l’edema e a migliorare la circolazione nel sito dell’intervento, promuovendo un’efficace guarigione.
    Esercizi di stretching e tonificazione: quando consigliati dal medico, possono aiutare a tonificare i muscoli sottostanti e a migliorare l’aspetto della pelle.

Ricorda sempre che la prevenzione è la migliore cura: un chirurgo qualificato e attento può aiutare a prevenire queste complicanze fin dall’inizio.

Domande e Risposte

Dopo l’intervento è importante seguire attentamente le indicazioni del chirurgo: indossare indumenti compressivi che possono aiutare la pelle a recuperare in modo corretto, seguire una dieta sana e programmare uno stile di vita più attivo con regolare esercizio fisico mirato a rassodare.

Il tempo di recupero varia a seconda dell’individuo e dell’estensione dell’intervento. In generale, è possibile tornare alle normali attività quotidiane dopo una o due settimane, ma potrebbe essere necessario più tempo per vedere i risultati finali dell’intervento.

 

Come ogni intervento chirurgico, anche la liposuzione comporta dei rischi. Questi possono includere infezioni, sanguinamento, formazione di coaguli di sangue, reazioni all’anestesia, cambiamenti nella sensibilità della pelle e irregolarità nella forma del corpo. Inoltre, come abbiamo discusso, una delle complicanze specifiche della liposuzione è la formazione di depressioni cutanee.

 

La prevenzione delle depressioni cutanee inizia con la scelta di un chirurgo esperto e la discussione realistica delle aspettative. Inoltre, seguire attentamente le istruzioni post-operatorie e mantenere un peso stabile può aiutare a prevenire le depressioni cutanee.

Dott. Pietro Campione

Il dott. pietro campione è un medico chirurgo iscritto all’ordine dei medici, chirurghi e odontoiatri di prato con il numero di iscrizione 1.168, è socio ordinario della s.i.c.p.r.e. (società italiana chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica) e socio ordinario dell’ aicpe (associazione italiana di chirurgia plastica estetica).

Laureatosi in medicina e chirurgia si è successivamente specializzato in chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica presso l’Università degli studi di Firenze col massimo dei voti e lode. E’ stato ammesso come residente interno presso la Clinica Planas di Barcellona (Spagna), dove ha potuto affiancare i migliori chirurghi plastici internazionali durante un anno di fellowship interamente dedicata alla chirurgia estetica del viso e del corpo.

Ti Potrebbe
Interessare

miglior chirurgo mastoplastica riduttiva

NEWS 22/02/2024

Miglior chirurgo mastoplastica riduttiva in Italia: chi è e come contattarlo

Se ti ritrovi spesso a riflettere sul tuo…

Leggi tutto
diminuire il volume del seno

NEWS 10/02/2024

Come diminuire il seno: Guida Completa aggiornata 2024

La decisione di ridurre le dimensioni del seno…

Leggi tutto
ptosi palpebrale

NEWS 03/02/2024

Ptosi palpebrale: guida completa su cause, sintomi e trattamenti

La ptosi palpebrale, comunemente conosciuta come abbassamento delle…

Leggi tutto

Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o una visita specialistica. Per avere infomazioni precise su un intervento chirurgico o su un trattamento di medicina estetica è necessario fissare una visita con il Dottor Pietro Campione per avere maggiori informazioni. Leggi il discalimer