Tummy tuck: Cos’è e come funziona

La chirurgia estetica apre un mondo di possibilità per chi aspira a migliorare la propria immagine e sentirsi in armonia con il proprio corpo e una tra le più richieste per chi cerca un ventre piatto e scolpito è chiamata tummy tuck.

Il “tummy tuck” è un intervento mirato a rimodellare la pelle flaccida e a eliminare l’eccesso di tessuto nella regione addominale, estendendosi da sotto l’ombelico fino a poco sopra di esso, proponendo una soluzione personalizzata per chi desidera un addome più definito e tonico.

A differenza dell’addominoplastica classica, che si concentra maggiormente su problemi legati al sovrappeso e all’obesità, il “tummy tuck” punta ridurre l’eccesso di pelle e la lassità cutanea anche in chi non è necessariamente in sovrappeso. Inoltre, può essere abbinato ad altre procedure, come la liposuzione dei fianchi, per ottenere risultati ancora più sorprendenti.

Questo procedimento va oltre il mero aspetto esteriore; rappresenta spesso l’ultima tappa di una metamorfosi personale, che può includere una significativa perdita di peso o cambiamenti dopo la gravidanza.

In questo articolo del Dott. Pietro Campione, chirurgo esperto specializzato, approfondiremo cos’è il tummy tuck, chi è il paziente ideale, quali sono i risultati, i rischi e i costi di questo intervento.

Se desideri sottoporti a un intervento di Tummy tuck puoi prenotare una visita con il dott. Pietro Campione contattando il numero +39 0574 58 44 53 o scrivere a pietrocampione@gmail.com.

Cos’è il Tummy Tuck

ll tummy tuck è un intervento chirurgico delicato di rimodellamento addominale realizzato in Day Surgery che permette al chirurgo di ridisegnare l’area addominale, eliminando il grasso superfluo e la pelle in eccesso, sia sotto che appena sopra l’ombelico.

Contrariamente all’addominoplastica tradizionale, che rimuove principalmente il tessuto adiposo, il tummy tuck si focalizza anche sulle zone dove la pelle è meno elastica, asportando la cute che tende a cadere.

Il paziente ideale

Il tummy tuck è un intervento chirurgico che si rivolge a coloro che desiderano migliorare l’aspetto del proprio addome. È particolarmente adatta per individui che, nonostante uno stile di vita attivo e una dieta equilibrata, non riescono a eliminare l’accumulo di grasso e la pelle in eccesso situati nella parte inferiore dell’addome, spesso risultato di variazioni di peso, gravidanze o invecchiamento.

Il paziente ideale per questo tipo di procedura è colui che mira a:

  • Redefinire la silhouette: L’addominoplastica è perfetta per chi cerca una soluzione definitiva per appiattire e migliorare il profilo del proprio corpo, soprattutto dopo sostanziali cambiamenti di peso che hanno lasciato come eredità un addome poco definito.
  • Eliminare la cute sovrabbondante: Se la pelle pendula e lassità cutanea sono una fonte di disagio, l’addominoplastica può ridare tensione e compattezza alla zona addominale, restituendo un aspetto più giovanile e tonico.
  • Contornare la vita: Questo intervento è ideale per chi desidera un girovita più delineato e proporzionato, soprattutto se la semplice perdita di peso non è sufficiente a modellare il contorno desiderato.
  • Ridurre accumuli localizzati di adipe: Per chi ha depositi di grasso ostinati che non rispondono a dieta e attività fisica, l’addominoplastica può essere la chiave per eliminare queste raccolte e ottenere un addome più piatto e uniforme.

È importante sottolineare che l’addominoplastica non è un sostituto della perdita di peso o di un corretto regime alimentare e di esercizio fisico. È piuttosto un passo successivo, una soluzione per affinare e perfezionare i risultati ottenuti con uno stile di vita sano. Inoltre, il candidato ideale dovrebbe avere una salute generale buona, non fumare, e avere aspettative realistiche sul risultato dell’intervento.

Visita pre operatoria

Prima di sottoporsi a una tummy tuck è necessario fare una visita preoperatoria con il chirurgo al fine di avere il quadro generale dello stato di salute del paziente.

Durante la visita il chirurgo effettuerà un esame obiettivo, esaminerà attentamente le zone che intendi migliorare, valutando il grado di lassità cutanea, la consistenza della pelle e la sua elasticità per stabilire la tua idoneità all’operazione.

Il medico ti fornirà tutte le informazioni necessarie per essere consapevole di tutto l’intervento, dalle tecniche utilizzate ai risultati attesi.

Per concludere, ti saranno fornite indicazioni specifiche per un’ottimale preparazione all’intervento, inclusa la sospensione di fumo e alcol e la realizzazione di esami preoperatori come l’emocromo completo, gli esami della coagulazione, la funzionalità renale, gli elettroliti, gli esami virologici e la funzionalità epatica.

Tummy tuck: come avviene l’intervento

Il tummy tuck può essere realizzato in regime di Day Surgery o con un breve soggiorno in clinica, a seconda delle necessità specifiche di ogni paziente. Ecco una descrizione dettagliata e migliorata del processo:

1) Preparazione e Anestesia

Prima dell’intervento, il paziente viene preparato con cura, assicurando la sterilizzazione dell’area addominale. L’anestesia somministrata, tipicamente generale, è personalizzata in base alle esigenze del paziente, garantendo un’esperienza confortevole e priva di dolore.

2) Incisione e Rimodellamento

Il chirurgo effettua un’incisione precisa sopra l’osso pubico, estendendosi orizzontalmente fino alle zone laterali. Questo accesso permette di rimuovere il tessuto adiposo e la pelle in eccesso e di accedere ai muscoli correggendo la diastasi e conferendo maggiore stabilità e tonicità alla parete addominale.

3) Riparazione Muscolare

I muscoli indeboliti o separati vengono suturati insieme, rafforzando la parete addominale e creando un profilo più fermo e liscio. Questo passaggio è cruciale per correggere la diastasi addominale e per restringere la vita, offrendo un miglioramento sostanziale della silhouette.

4) Chiusura dell’Incisione

Dopo il rimodellamento, l’incisione viene chiusa con suture avanzate che mirano a minimizzare la visibilità della cicatrice. Questa viene posizionata strategicamente per essere facilmente nascosta sotto l’abbigliamento, come la linea dei bikini.

5) Recupero e Risultati

L’intervento può richiedere diverse ore, a seconda della complessità e delle esigenze individuali. Dopo l’operazione, il paziente riceverà un indumento compressivo per supportare il processo di guarigione e ridurre il gonfiore. Le istruzioni post-operatorie fornite dal chirurgo sono essenziali per una guarigione ottimale e per massimizzare i risultati estetici.

Post operatorio

Dopo un Tummy Tuck è importante seguire le indicazioni date dal chirurgo plastico per favorire una guarigione efficace e per preservare la qualità dei risultati ottenuti. Tra le misure post-operatorie più importanti vi è l’uso di una guaina compressiva. Questo indumento speciale è progettato per fornire supporto all’addome, ridurre il gonfiore e limitare i movimenti che potrebbero interferire con il processo di guarigione.

Il periodo di convalescenza varia individualmente, ma tipicamente si consiglia un riposo dalle attività quotidiane per almeno due settimane. Durante questa fase, è cruciale evitare sollevamenti pesanti o esercizi che possano sollecitare l’area operata. Inoltre, è importante proteggere la pelle appena guarita dall’esposizione diretta al sole, che potrebbe causare irritazioni o influenzare l’aspetto delle cicatrici causando iperpigmentazioni.

Per riprendere allenamenti più intensi o sport è opportuno attendere almeno quattro settimane, dando tempo al corpo di recuperare completamente. È fondamentale ascoltare il proprio corpo e riprendere gradualmente le attività fisiche, evitando di forzare la zona addominale.

Oltre a queste precauzioni, è essenziale mantenere una dieta equilibrata e idratarsi adeguatamente per supportare il processo di guarigione. Seguire le indicazioni del chirurgo per la cura delle ferite e partecipare a tutti gli appuntamenti di controllo post-operatori sono passaggi chiave per assicurare che la guarigione proceda senza intoppi e per intervenire tempestivamente in caso di eventuali complicazioni.

Risultati e benefici

Oltre ai miglioramenti visibili, questo intervento offre benefici per la salute che vanno oltre l’estetica. Ecco alcuni vantaggi significativi:

  • Rafforza il nucleo centrale del corpo: rinforzando l’area centrale del corpo, l’addominoplastica contribuisce a una migliore postura e supporto per la colonna vertebrale, il che può portare a una riduzione del dolore lombare.
  • Salute urogenitale: L’intervento può avere effetti positivi sulla continenza urinaria, grazie al rafforzamento dei muscoli addominali che aiuta a stabilizzare e supportare il pavimento pelvico.
  • Riduzione del dolore muscolare: Se i muscoli addominali sono deboli o distanziati, l’addominoplastica può aiutare a ridurre il disagio associato a questa condizione.
  • Minore irritazione cutanea: Rimuovendo la pelle in eccesso che può causare sfregamento e irritazione, l’intervento migliora la salute generale del paziente.
  • Maggiore attività fisica: Dopo la guarigione, molti pazienti trovano più piacevole l’esercizio fisico, grazie alla riduzione del disagio causato dall’eccesso di pelle.

Inoltre, non si può sottovalutare l’impatto positivo sulla salute mentale e sul benessere psicologico. Migliorare l’aspetto esteriore può aumentare l’autostima e la fiducia in se stessi, influenzando positivamente l’umore e la qualità della vita. Tuttavia, è essenziale considerare che l’addominoplastica non sostituisce uno stile di vita sano e l’esercizio fisico regolare.

Rischi e complicazioni

Ecco ii potenziali rischi associati a una tummy tuck:

  • Rischi anestetici: Ogni procedura che richiede anestesia comporta dei rischi specifici. È importante discutere con l’anestesista le proprie condizioni di salute e la storia medica.
  • Asimmetria post-operatoria: In alcuni casi, il risultato potrebbe non essere perfettamente simmetrico, influenzando l’estetica dell’addome.
  • Sanguinamento interno: Come in ogni intervento, esiste il rischio di sanguinamento durante o dopo l’operazione.
  • Complicazioni trombotiche: La trombosi venosa profonda e le complicanze cardiache o polmonari sono rischi gravi che necessitano di attenzione immediata.
  • Insoddisfazione dei risultati: Non tutti i pazienti sono completamente soddisfatti dei risultati ottenuti, e questo può richiedere ulteriori interventi correttivi.

Per ridurre al minimo questi rischi, è fondamentale affidarsi a un chirurgo plastico esperto e qualificato, che possa fornire una consulenza dettagliata e personalizzata. Inoltre, seguire scrupolosamente le indicazioni post-operatorie è un passo cruciale per promuovere una guarigione ottimale e ridurre la possibilità di complicazioni.

Tummy tuck e cicatrici

La visibilità e la dimensione delle cicatrici post-operatorie variano in base alla tecnica utilizzata e alla capacità di guarigione del paziente. Di seguito, alcuni dettagli importanti:

  • Dimensione dell’incisione: La grandezza dell’incisione nell’addominoplastica è variabile e viene personalizzata in base alle necessità specifiche del paziente. Ad esempio, in alcuni casi si può estendere fino alla “Cresta iliaca anteriore”.
  • Posizionamento dell’incisione: La posizione dell’incisione è scelta in base al tipo di addominoplastica praticata. L’obiettivo è rimuovere le parti di pelle meno tese e modellate in modo non ottimale e sostituirle con pelle più compatta proveniente dalla parte superiore dell’addome.
  • Gestione delle cicatrici: La cicatrizzazione è inevitabile dopo un intervento chirurgico, ma la sua estensione è influenzata dalla metodologia di tummy tuck adottata e dal processo di guarigione individuale. Seguire con attenzione le indicazioni post-operatorie è cruciale per ridurre al minimo le cicatrici e facilitare il processo di guarigione.

Un punto di forza della tummy tuck è che le cicatrici post-operatorie sono molto meno visibili rispetto a quelle lasciate dall’addominoplastica bariatrica, rendendola una scelta preferibile per chi desidera un miglioramento estetico con segni minimi dell’intervento.

Quanto costa un Tummy Tuck?

Quando si valuta la possibilità di sottoporsi a un intervento di chiurgico una delle domande dei pazienti è riferita sicuramente all’entità dell’investimento .

In Italia, il costo per una tummy tuck varia tra i 7.000 e i 12.000 euro, ma questa cifra può fluttuare in relazione alla complessità del caso specifico.

Se l’intervento prevede tecniche più elaborate o si accompagna ad altre procedure, il prezzo può aumentare. È essenziale considerare che questi valori sono indicativi e soggetti a variazioni a seconda di variabili come il prestigio e l’esperienza del chirurgo scelto, nonché i bisogni unici di chi si sottopone all’operazione.

A chi rivolgersi per fare l’intervento

Se stai considerando una tummy tuck per rimodellare e migliorare il tuo addome puoi rivolgerti al Dott. Pietro Campione, chirurgo plastico specializzato nella tummy tuck, con una solida formazione e una lunga serie di interventi riusciti alle spalle.

Quando si tratta di trasformare e rifinire l’aspetto dell’addome, il Dott. Campione è il professionista che può offrirti un percorso chirurgico sicuro e su misura. Con una profonda comprensione delle tecniche più avanzate e un approccio attento alle tue aspettative, il Dott. Campione si impegna a fornire a tutti i suoi pazienti risultati naturali e in linea con le aspettative.

Per un appuntamento personalizzato e per esplorare le opzioni di trattamento che meglio rispondono ai tuoi desideri, puoi contattare il Dott. Pietro Campione al numero +39 0574 58 44 53 o scrivere a pietrocampione@gmail.com. Inizia il tuo viaggio verso il recupero di un addome tonico e scolpito con un esperto che sa come guidarti verso il miglior risultato possibile.

Dott. Pietro Campione

Il dott. pietro campione è un medico chirurgo iscritto all’ordine dei medici, chirurghi e odontoiatri di prato con il numero di iscrizione 1.168, è socio ordinario della s.i.c.p.r.e. (società italiana chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica) e socio ordinario dell’ aicpe (associazione italiana di chirurgia plastica estetica).

Laureatosi in medicina e chirurgia si è successivamente specializzato in chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica presso l’Università degli studi di Firenze col massimo dei voti e lode. E’ stato ammesso come residente interno presso la Clinica Planas di Barcellona (Spagna), dove ha potuto affiancare i migliori chirurghi plastici internazionali durante un anno di fellowship interamente dedicata alla chirurgia estetica del viso e del corpo.

Ti Potrebbe
Interessare

come eliminare il doppio mento e la pappagorgia

NEWS 21/05/2024

Come eliminare il doppio mento o pappagorgia con la chirurgia

Il doppio mento, noto anche come pappagorgia, è…

Leggi tutto
lifting del sopracciglio

NEWS 12/05/2024

Lifting del sopracciglio

L'aspetto e la posizione corretta del sopracciglio svolgono…

Leggi tutto
aumentare il volume dei polpacci con protesi e lipofilling

NEWS 06/05/2024

Aumentare il volume dei polpacci: con protesi e lipofilling

I polpacci rappresentano una parte del corpo spesso…

Leggi tutto

Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o una visita specialistica. Per avere infomazioni precise su un intervento chirurgico o su un trattamento di medicina estetica è necessario fissare una visita con il Dottor Pietro Campione per avere maggiori informazioni. Leggi il discalimer