Email : info@pietrocampione.it
  Telefono : 0574 61 10 29

La Mastoplastica Riduttiva

Matoplastica Riduttiva

Un eccesso esasperato del volume nella regione mammaria può essere antiestetico ma, soprattutto, può arrecare problemi di dolore alla regione cervicale e alle spalle che risultano in questo caso affaticate e segnate dai solchi del reggiseno.
Le mammelle, indicate nel linguaggio comune come seno, sono rappresentate da una componente cutanea, adiposa e ghiandolare che vanno incontro nel tempo ad un naturale abbassamento (ptosi mammaria) ed a volte ad un ingrandimento che può aumentare ancora nel periodo post menopausale.

L’assenza a livello mammario di un’adeguata struttura di supporto,come quella ossea, cartilanea o muscolare, e l’effetto del passare del tempo, dell’allattamento, e nondimeno di una naturale ipertrofia mammaria, sono tutti fattori che determinano un’abbassamento progressivo negli anni dei tessuti mammari(ptosi mammaria). L’ipertofia mammaria determina una discesa tale delle mammelle, che nei casi più eclatanti può prendere il nome di gigantomastia, con questo termine si indicano mammelle gravemente ptosiche e con peso superiore ai 1500 grammi.

L’intervento di mastoplastica riduttiva è rivolto a donne di tutte le età, purché abbiano completato lo sviluppo mammario, ed ha lo scopo di ripristinare la proporzione mammaria ed un adeguato volume capace di non arrecare dolori osteoarticolari a livello del tratto della colonna vertebrale cervicale.

La prima visita conoscitiva

La prima visita con lo specialista permette di valutare il grado di ipertrofia mammaria e scegliere le tecniche più adatte all’anatomia toracicadella paziente stessa. La prima visita rimane inoltre l’unico metodo per valutare eventuali anomalie e per consigliare o controindicare l’intervento chirurgico. La tecnica che personalmente preferisco è certamente un rimodellamento mammario senza grosse asportazioni, lì dove è possibile eseguirlo, nel rispetto della forma della paziente stessa.

L’intervento di Mastoplastica Riduttiva

La mastoplastica riduttiva è un intervento di chirurgia plastica estetica finalizzato al recupero di una forma naturale ed armoniosa del seno; in taluni casi questa operazione può essere abbinata ad un altro intervento chirurgico chiamato mastopessi.
L’intervento viene eseguito anche per ripristinare asimmetrie mammarie rese evidenti, naturalmente dopo lo sviluppo della paziente o  per effetto di precedenti interventi chirurgici subiti.
La mastoplastica riduttiva è una tecnica chirurgica che permette di ridurre il volume mammario asportando tessuto adiposo (grasso) e pelle in esubero, in modo da risollevare ad un’altezza adeguata l’areola ed il capezzolo e di ripristinare una forma naturale, piacevole e compatta del seno.

Le Cicatrici di una Mastoplastica Riduttiva

Le cicatrici di una mastoplastica riduttiva sono cicatrici la cui forma può ricordare la forma di un’ancora navale.
La linea curva delimitante il bordo dell’areola, una linea verticale che discenderà dalla porzione inferiore dell’areola fino a raggiungere il centro del solco sottomammario ed il solco sottomammario stesso, saranno le zone in cui coincideranno le cicatrici chirurgiche. È facile così capire come l’abilità del chirurgo plastico sarà la scelta della tecnica più appropriata in modo da far coincidere le cicatrici con le zone suddette in modo da camuffarle all’interno dell’area coperta dal reggiseno.

Tempi e raccomandazioni per un intervento di riduzione del seno

L’intervento dura circa 2 ore e viene eseguito in anestesia generale.
La paziente rimane in clinica al massimo 1 o 2 giorni dopo. Il post operatorio non è doloroso ed il recupero della paziente è rapido.
Consigli sulle accortezze da avere per la cura delle cicatrici e della regione del seno, saranno ampiamente spiegate nel corso della prima visita e delle successive visite post operatorie che ovviamente rientrano nel normale planning di ogni intervento chirurgico.
Il risultato della mastoplastica riduttiva è l’ottenimento di un seno ringiovanito, rimpicciolito ma di dimensioni armoniche e naturali, ben proporzionato al torace della paziente, e che soprattutto risolva il  dolore del collo e delle spalle, tipicamente riferito nei casi di importanti ipertrofie mammarie.

Vuoi saperne di più?

Contattaci ora