Email : info@pietrocampione.it
  Telefono : 0574 61 10 29

Rimozione dei Tatuaggi

Rimozione tatuaggi con laser

La parola tatuaggio, derivata dal polinesiano Tatau, indica una tecnica di decorazione del corpo mediante una speciale pittura, che può essere permanente o semipermanente.

Le tecniche utilizzate nei centri autorizzati all’esecuzione dei tatuaggi, prevedono l’incisione della pelle con uno o più aghi e la deposizione del colore che così rimane nel tessuto superficiale e pertanto risulterà visibile dall’esterno come un disegno colorato.

Spesso le motivazioni che spingono le persone a volere un tatuaggio sono le più varie, ma altrettanto frequentemente si accompagnano a dei pentimenti successivi.

Un laser specifico per la Rimozione dei Tatuaggi

La rimozione dei tatuaggi può prevedere diverse opzioni sia mediche che chirurgiche, ma l’opzione più moderna e sicura, e che soprattutto non lascia esiti cicatriziali è quella Laser.

Il laser Q-Switch infatti, è la scelta più moderna ed efficace per la rimozione dei tatuaggi.

rimozione tatuaggiLavorando a diverse lunghezze d’onda come 532nm, 694nm e 1064nm è possibile eliminare quasi la totalità delle colorazioni dei tatuaggi, in particolare il laser presente nel nostro studio essendo dotato anche della lunghezza 694nm e quindi del rubino, è in particolare capace, oltre che essere selettivo per i tatuaggi neri, blu, verdi, grigi, anche per le tonalità del rosso, rosa e arancione.

La seduta di laser Q-Switch per la rimozione del tatuaggio, prevede in media da 5 a 10 trattamenti, che vanno ripetuti a distanza di un mese circa l’uno dall’altro.

Pertanto l’eliminazione di un tatuaggio può comportare un tempo complessivo di circa sei o sette mesi.

Durante la seduta il paziente e l’operatore dovranno indossare degli occhialini protettivi.

All’emissione del laser il tatuaggio diventerà immediatamente bianco e rilevato; nel giro di qualche minuto potranno comparire fenomeni simil porpora, con un leggero gemizio ematico, che è nella norma.

La successiva medicazione, comporterà una fasciatura con garze grasse e garze sterili a coprire.

Tale medicazione effettuata in ambulatorio, dopo il trattamento laser con Q-Switch, verrà successivamente continuata dal paziente al suo domicilio nei giorni successivi e verrà cambiata giornalmente finché non si formerà una crosta. La crosta formatasi non dovrà essere asportata, ma cadrà da sola e successivamente ci potranno essere fenomeni di esfoliazione cutanea nei giorni successivi.

Con circa sei o sette sedute di Laser Q-Switch sarà possibile eliminare definitivamente il tatuaggio, anche se già dalle prime sedute sarà possibile vedere un sensibile miglioramento e schiarimento del colore.

Rimuovere le macchie della pelle

Il Laser Q-Switch è un innovativo sistema laser il cui bersaglio selettivo è rappresentato dal colore. Ciò vuol dire che l’effetto del laser Q-Switch è quello di eliminare i pigmenti contenuti nei tatuaggi, ma anche i pigmenti contenuti in quelle macchie della pelle che per effetto dell’età, o delle eccessive esposizioni ai raggi del sole, hanno determinato un aspetto invecchiato al viso, alle mani, al decolleté od alla schiena dei pazienti.

Ciò indica che una seduta di Laser Q-Switch avrà lo scopo di colpire ed eliminare quelle macchie della vecchiaia, che un tempo venivano sottoposte per la loro eliminazione a varie sedute di luce pulsata od a peeling chimici.

Tempi e raccomandazioni per un intervento di rimozione laser

Oggi in un’unica seduta ambulatoriale è possibile eliminare definitivamente quelle macchie, e non i nei, che invecchiano il volto, la scollatura del petto, le mani e la schiena dei pazienti.

Durante la seduta il paziente indosserà per protezione degli occhialini, così come il Medico che esegue il trattamento.

Il disagio avvertito dal paziente sarà minimo e non occorrerà nessuna anestesia locale.

Subito dopo l’emissione del Laser Q-Switch la macchia assumerà un colore biancastro ed in breve tempo diverrà rossa e rigonfia. In qualche ora la macchia diverrà bruno-nera e resterà così iperpigmentata fino all’esfoliazione cutanea che avverrà generalmente dopo sette o dieci giorni. Durante questo periodo, in attesa dell’esfoliazione cutanea della macchia, sarà sufficiente utilizzare tre o quattro volte al giorno, un’apposita crema idratante.

Ad esfoliazione avvenuta, al posto della macchia residuerà una pelle arrossata, che dovrà essere protetta per le prime due settimane con una specifica crema protettiva solare.

Tale trattamento oggi permette in un’unica seduta di eliminare totalmente le macchie della vecchiaia, ridando alla paziente mani più giovani, un viso più fresco ed un decolleté uniforme nel suo colore.

Vuoi saperne di più?

Contattaci ora