Capezzolo Introflesso

Scritto da:

Capezzolo Introflesso

Il capezzolo introflesso è un problema molto più comune di quanto si possa pensare. Fortunatamente, un intervento ad hoc può risolvere questo inestetismo e i disagi fisici e psicologici ad esso collegati. Si parla di capezzolo introflesso (o inversotelia) quando i dotti galattofori della mammella sono troppo corti: come conseguenza, il capezzolo si presenta come “ritirato” verso l’interno. Si tratta di un problema congenito, che a seconda della gravità può creare un disagio psicologico anche molto forte in chi lo vive; basta pensare a quanto, per una donna, il seno rappresenti da sempre un punto focale della propria femminilità e della sicurezza in sé stessa. Il capezzolo introflesso, inoltre, limita fortemente la possibilità di allattare naturalmente. Il chirurgo estetico può intervenire con successo. Nei casi più gravi si procederà a recidere i dotti galattofori troppo corti, permettendo al capezzolo di proiettarsi normalmente verso l’esterno; in altri casi sarà possibile intervenire in modo meno invasivo. Durante la prima visita il Dott. Pietro Campione potrà verificare il grado di inversotelia e le condizioni generali della paziente, così da informarla sull’intervento più adatto alla sua situazione.

Durata Intervento

30 min - 1 ora

Anestesia

anestesia locale.

Dolore

L'intervento comporta poco dolore o nulla.

Recupero

Immediato

Costi

PREZZO a partire da 2000 € I prezzi esposti in questa pagina sono puramente indicativi. Potrai avere maggiori informazioni contattando direttamente il centro e fissando un primo appuntamento.

PRENOTA SUBITO

Prenota la tua seduta presso il nostro centro specializzato!

Dove Siamo?

Indirizzo

Viale della Repubblica, 141, 59100 Prato PO

Telefono

0574 584453

Your message has been sent. Thank you!